Badanti e colf, bonus da 300 a 600 euro solo nel Lazio

Badanti e colf bonus da 300 a 600 euro solo nel Lazio

Indennità per le badanti anche straniere nella Regione Lazio

La Regione Lazio ha preparato un fondo da 40 milioni di euro rivolto a tutto quelle persone come colf, badanti, rider e disoccupati che non rientrano in una cassa integrazione o in un beneficio statale per l’emergenza Covid.

L’assessore al Lavoro e alla Formazione, Claudio Di Berardino ha spiegato che il bando potrebbe arrivare già il primo maggio (per maggiori informazioni è possibile contare al nessunoescluso@laziodisco.it e al numero telefonico 0649701850)

Chi può beneficiare del bonus

A poter beneficiare del contributo erogato in Lazio ben cinque categorie: Tirocinanti; Colf e badanti; Riders; Disoccupati e sospesi dal lavoro; Connettività studenti.

Collegandosi alla piattaforma apposita generazioniemergenza.laziodisco.it è possibile presentare la domanda.

A partire da lunedì 4 maggio sarà seguita una suddivisione calendarizzata, in base alla categoria e all’occupazione di riferimento.

I tirocinanti

Per il bonus tirocinanti possono accedere coloro che dal 23 Febbraio scorso sono stati costretti ad interrompere il proprio percorso formativo. A tali soggetti spetterà un bonus di 600€ non cumulabile con altre fonti reddituali.

Circa la presentazione della domanda, occorrono alcuni documenti indispensabili. Tra questi abbiamo la domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata e il documento di identità.

Va altresì indicata la ragione sociale e la sede dell’azienda che deve essere ubicata nel territorio della Regione Lazio.

Colf e badanti, da 300 a 600 euro

Dei fondi stanziati, quasi 4,5 milioni serviranno a sopperire alle esigenze di colf e badanti, che potranno beneficiare di un’indennità oscillante tra i 300 e i 600 euro.

Per poterne avere accesso, i soggetti interessati devono dimostrare che godevano di un regolare contratto di lavoro in corso di validità alla data del 23 febbraio. Al contempo devono dimostrare che l’interruzione sia avvenuta per via dell’emergenza.

Circa i documenti bisogna caricare in piattaforma: la domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata; il documento di identità e una copia della comunicazione della sospensione/cessazione del contratto all’INPS.

Badanti e colf bonus da 300 a 600 euro solo nel Lazio

I rider

1,6 milioni di euro sono i fondi per i rider, il cui scopo è consentire l’acquisto di tutti FLI strumento di sicurezza per evirare il contagio.

Ad ognuno dei soggetti interessati spetterà una somma forfettaria di 200 euro, purché il loro lavoro possa essere qualificato digitale ai sensi della L.R. n 4/2019,attivo alla data del 23 febbraio 2020.

Per dimostrare il proprio ruolo, anche dopo aver avuto il bonus, i rider dovranno essere muniti di specifici documenti come i giustificativi di spesa, e la prova d’acquisto di dispositivi di protezione individuale, il cui costo sia stato sostenuto nel periodo che intercorre tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020 e per l’intero importo del contributo erogato.

Circa la domanda, come documenti occorrono: la domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata; un documento di identità e una copia del contratto di lavoro in vigore/incarico con partita IVA.

I disoccupati

24 sono i milioni di euro, destinati ai disoccupati. Gli ex lavoratori avranno diritto ad un bonus di 600 euro per disoccupati o sospesi dal lavoro. Al fine di dimostrare la propria posizione si deve essere in possesso di un certificato ISEE dell’ano 2019, che non superi i 20 mila euro.

Bisogna versare ancora in stato di disoccupazione alla data della presentazione della domanda, e non bisognare rientrare tra le attività consentite di cui all’allegato 1 del D.L 25 marzo 2020 (nel caso di titolare di partita IVA, in fase di presentazione della domanda viene richiesto numero di partita IVA e codice ATECO).

Circa i documenti necessari da inserire nella domanda, sulla piattaforma troviamo: domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata; documento di identità e autocertificazione ISEE ordinario riferito ai redditi 2019 non superiore a € 20.000,00.

Gli studenti

Anche agli studenti spetta un bonus forfettario di 250 euro per aver dovuto acquistare strumentazione per il collegamento ad internet a partire dal 1 febbraio 2020.

Questo vale per tutti coloro che hanno dovuto provvedere ad affrontare spese di natura tecnologica per partecipare alle attività didattiche.

Lo studente non solo deve avere un modello ISEE inferiore a 20 mila euro, ma deve risultare regolarmente iscritto entro il 31/12/2019 per l’A.A. 2019/2020 presso una Università statale o non statale legalmente riconosciuta con sede legale nel territorio della Regione Lazio.

Ai fini dell’avviso, sono riconosciuti validi tutti i corsi universitari di LCU, LT, LM. Bisogna altresì essere in possesso di una prova d’acquisto anche in fase successiva all’erogazione del contributo una tantum.

Gli acquisti devono essere stato sostenuti tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020 e per l’intero importo del contributo erogato.

Per la validità della domanda vanno inseriti i seguenti documenti: la domanda di partecipazione scaricata dal sistema e firmata; un documento di identità; l’autodichiarazione dell’iscrizione entro il 31/12/2019, per l’a.a. 2019/2020, presso una Università con sede legale nella Regione Lazio; l’autocertificazione ISEE 2019 non superiore a € 20.000,00.

Il parere politico a riguardo

Marta Bonafoni, capogruppo della lista civica Zingaretti ha commentato così i provvedimenti presi in regione: “Abbiamo accolto la richiesta che era stata avanzata da moltissime persone in difficoltà, con lo scopo di offrire una boccata d’ossigeno ai cittadini e alle cittadine che stanno attraversando questo momento di forte crisi economica e sociale.

Ora è importante ricostruire le basi per un futuro puntando alla ripresa e riorganizzando il lavoro facendoci trovare pronti”.

Dal suo canto Di Bernardino specifica che “Stiamo completando il lavoro sugli ammortizzatori sociali e per l’inizio di giugno faremo un punto per valutare il passaggio alla fase delle politiche attive. Al centro ci sarà la formazione, perché l’organizzazione del lavoro sta cambiando e dobbiamo farci trovare pronti”.

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Be the first to comment on "Badanti e colf, bonus da 300 a 600 euro solo nel Lazio"

Leave a comment

error: Content is protected !!