Come aprire un’agenzia di pratiche per stranieri

permesso ue soggiornanti di lungo periodopermesso ue soggiornanti di lungo periodo

Avviare un’agenzie pratiche per stranieri, i passi necessari

Aprire un’agenzia di disbrigo pratiche per immigrati sta diventando sempre più interessante anche alla luce delle molte richieste da parte dei nuovi extracomunitari presenti in Italia (si pensi alle recenti ondate migratorie) che avranno bisogno negli anni a venire un punto di riferimento per le pratiche burocratiche nelle Questure e Prefetture, Commissioni profughi e rifugiati. Ecco come funziona e cosa serve per mettere su l’attività

Il numero degli stranieri in Italia aumenta anno dopo anno e non parliamo soltanto degli immigrati che arrivano sulle nostre coste alla ricerca di una nuova speranza di vita oppure più semplicemente di un passaggio sicuro verso altri Paesi.

Una vera rivoluzione che significa anche in concreto opportunità diverse di lavoro perché mai come in questi ultimi anni c’è stato il boom delle agenzie per stranieri, uffici veri e tangibili che si occupano di gestire le loro domande oltre a tutte le pratiche necessarie per la loro permanenza in Italia.

Sono infatti molte le agenzie, anche al di fuori di quelle messe in piedi da sindacati e organizzazioni di settore, che si occupano di seguire la burocrazia legata alla permanenza degli stranieri in Italia.

Si occupano in generale del rinnovo di permessi di soggiorno, gestione e consulenza sui visti d’ingresso per l’Italia , ma anche di tutto il contorno burocratico per chi abbia deciso di vivere in maniera permanente o transitoria nel nostro paese.

Ecco perché dedicarsi a questo settore è diventato strategico e sono diversi quelli che investono anche piccole cifre iniziali per mettere in piedi uffici di consulenza e pratiche per i cittadini stranieri in Italia.

agenzia pratiche per immigrati

agenzia pratiche per immigrati

Il principio è lo stesso dei punti vendita simili in altri settori: si può lavorare in proprio oppure appoggiarsi ad una Casa madre che fornisce tutto il materiale per l’allestimento oltre che le insegne (franchising servizi immigrazione), anche se in realtà poi chi lavora materialmente in questi uffici lo fa nella massima autonomia, potendo anche ottenere importanti affermazioni personali, oltre che garantirsi un’attività che in questi anni non sembra conoscere crisi.

Ma di cosa di occupano in concreto le agenzie per stranieri ?

I settori di operatività sono diversi e vanno dalle pratiche di rinnovo e per i rilasci dei permessi di soggiorno alle richieste di cittadinanza passando per i ricongiungimenti familiari, quelli della carta soggiorno, la richiesta pratiche di visto per lavoro autonomo, ma anche la ricerca di un lavoro, di una casa con mutui annessi, tutte le pratiche tipiche dei CAF sia per seguire i contratti che gli eventuali licenziamenti e cause, sussidi di disoccupazione, dichiarazioni dei redditi, eccetera.

Lo scopo principale delle agenzie pratiche per stranieri è essenzialmente quello di far evitare ai clienti le lunghe file presso gli sportelli e allo stesso tempo risolvere questioni burocratiche che per chi non parla bene la nostra lingua e non è cresciuto nel nostro Paese possono rivelarsi complicate.

Cosa serve quindi per mettere un piedi un’attività di disbrigo pratiche per immigrati in Italia ?

Dopo aver scelto a quale marchio affiliarsi e aver allestito i locali, serve avere dei contatti utili in diversi settori che si occupano di seguire questo tipo di pratiche, da quelli amministrativi a quelli legali passando per quelli commerciali.

Negli ultimi anni le procedure per aprire un’attività del genere si sono snellite, favorendo la loro proliferazione. Una volta infatti era necessario anche il possesso di una licenza di sicurezza pubblica, rilasciata dalla Questura.

Ora invece basta la presentazione presso il proprio Comune di residenza di una dichiarazione di inizio attività, redatta su un modulo standard nel quale andranno inseriti tutti i dati utili a cominciare dalle generalità del titolare dell’agenzia.

Si dovrà anche certificare l’idoneità dei locali oltre che la mancanza di condanne penali a proprio carico. Inoltre vanno allegati la planimetria dei locali in scala 1:100, un tariffario dei compensi in duplice copia, un registro degli affari numerato e una dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia. Il Comune ha trenta giorni per rispondere in maniera positiva o meno.

Vuoi saperne di più ? Compila il modulo sottostante

avvocato imperia studio legale

About the Author

Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

2 Comments on "Come aprire un’agenzia di pratiche per stranieri"

  1. come aprire uno sportello immigrati | 13 ottobre 2017 at 3:33 am |

    Siamo un cooperativa sociale e vorremmo sapere se potremmo aprire uno sportello immigrati. Potremmo non solo aiutarli per le pratiche burocratiche ma anche per trovare lavoro

  2. Vorrei informazioni, ulteriori sulle agenzia per stranieri.
    Grazie

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Visto per l’Italia – immigr@

Leave a comment

error: Content is protected !!