Contributi inps mancanti e permesso di soggiorno

Contributi inps mancanti od omessi, si rischia il permesso di soggiorno ?

Nel caso il, datore di lavoro sia in arretrato nel versamento dei contributi ad un lavoratore straniero con contratto di lavoro subordinato, il permesso di soggiorno deve essere comunque rilasciato

Cosa succede se un lavoratore straniero in Italia, assunto con contratto subordinato, non ha ricevuto il pagamento dei contributi da alcuni mesi e deve rinnovare il suo permesso di soggiorno ?

In realtà nulla, perché questa condizione di per sé non basta per far revocare il rilascio del permesso di soggiorno, perché in quel caso fa comunque fede il contratto di lavoro e soprattutto il lavoratore, a parte rivolgersi ad un sindacato, ad un patronato oppure se può permetterselo ad un avvocato immigrazionista, non può fare nulla più che richiedere gli arretrati omessi che comunque non spetta a lui versare.

Differenze tra rinnovo per permesso di soggiorno subordinato ed autonomo

In un lavoro subordinato infatti il versamento dei contributi previdenziali è compete esclusivamente al datore di lavoro e quindi il dipendente può solo verificare eventualmente che i versamenti vengano effettuati in maniera regolare e all’occorrenza sollecitare il loro versamento se il datore di lavoro non abbia ancora provveduto.

Non così è invece per chi abbia un lavoro autonomo perché in quel caso il versamento dei contributi previdenziali va fatto in proprio e il mancato dell’obbligo può influire nella procedura di rinnovo del permesso di soggiorno.

Preavviso di rigetto e 10 bis legge 241/90

Se quindi la Questura, esaminando la documentazione allegata alla domanda di soggiorno, trovi che mancano i versamenti dei contributi sarà obbligata ad emettere un preavviso di rifiuto che spieghi l’eventuale rigetto.

Una volta che il cittadino straniero riceverà questo avviso art. 10 bis legge 241/90, dovrà integrare la domanda entro i termini previsti dalla comunicazione con la documentazione che dimostra di essere comunque in possesso dei requisiti previsti per l’ingresso e il soggiorno in Italia.

In definitiva, per la norma che regola i permessi di soggiorno, nel caso vengano riscontrate delle irregolarità amministrative che possono essere sistemate, le autorità competenti non possono rifiutare o revocare il titolo di soggiorno, a meno che queste irregolarità non vengano appianate.

Art. 10 bis legge 241/90 : Nei procedimenti ad istanza di parte il responsabile del procedimento o l’autorità competente, prima della formale adozione di un provvedimento negativo, comunica tempestivamente agli istanti i motivi che ostano all’accoglimento della domanda. Entro il termine di dieci giorni dal ricevimento della comunicazione, gli istanti hanno il diritto di presentare per iscritto le loro osservazioni, eventualmente corredate da documenti.

avvocato lavoro, studio legaleavvocato per stranieriavvocato immigrazione

About the Author

Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Be the first to comment on "Contributi inps mancanti e permesso di soggiorno"

Leave a comment

error: Content is protected !!