Costo permesso di soggiorno 2017

ricevuta_permesso_di_soggiorno

Le nuove tariffe per il rilascio e rinnovo del permesso di soggiorno

Il Decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze del 5 maggio 2017, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’8 giugno 2017 ha stabilito le nuove tariffe per il permesso di soggiorno per gli stranieri maggiorenni.

Il Consiglio di Stato con la sentenza 04487 del 26 ottobre del 2016 ha annullato un decreto risalente al 2011 che prevedeva l’obbligo di pagare una tassa fra gli 80 ed i 200 euro per ottenere il permesso di soggiorno o per il suo rinnovo. Tale principio era già stato espresso in una sentenza del Tar Lazio del 24 maggio 2016.

L’aumento dei prezzi rispetto a quelli previsti precedentemente è abbastanza considerevole, soprattutto per il permesso di soggiorno UE di lunga durata.

Non tutto viene modificato rispetto alla normativa previgente ; chi aveva il permesso di soggiorno in scadenza è tenuto entro sessanta giorni a rinnovarlo, pagando 30 euro per la gestione della pratica da parte di Poste Italiane, 16 euro per la marca da bollo (entrambi questi costi sono tuttora vigenti) e 30,46 euro per il permesso di soggiorno PSE 380 da versare sul conto corrente postale del Dipartimento del Tesoro con causale ‘importo per il rilascio del permesso di soggiorno elettronico’.

Nuovi importi in vigore dal 9 giugno 2017

Il nuovo Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 5 maggio 2017 prevede i seguenti nuovi importi per il rilascio del permesso di soggiorno (o per il suo rinnovo):

  • 40 euro (per permessi di soggiorno che durano da tre mesi a massimo un anno);
  • 50 euro (per i permessi di soggiorno che durano più di un anno ma meno di due anni);
  • 100 euro per il rilascio di permesso di soggiorno a lungo periodo UE, per i dirigenti e lavoratori specializzati.

Quello presentato è il nuovo costo dei permessi di soggiorno, oltre a questo rimane invariato il costo della marca da bollo, 16 euro; il costo della stampa del documento elettronico, 30,46 euro e 30 euro per il servizio di spedizione che viene effettuato da Poste Italiane.

Nel complesso il permesso di soggiorno diventa quindi significativamente costoso.

Quando non si applica l’aumento del costo del permesso di soggiorno

Queste disposizioni sui costi invece non si applicano agli stranieri minorenni, ai minori ricongiunti con la famiglia, ai richiedenti asilo, ai cittadini stranieri che si trovano in Italia per sottoporsi a cure mediche e ai loro accompagnatori, ai richiedenti la conversione – o aggiornamento o duplicato del permesso – e ai titolari della protezione internazionale che richiedono un Permesso UE per lungo soggiorno.

Il testo del decreto nuovi importi permesso di soggiorno

In allegato il nuovo decreto MEF 5 maggio 2017 : decreto nuovi importi permesso soggiorno

avvocato lavoro, studio legaleavvocati per stranieri

About the Author

Portale Immigrazione

Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Comments are closed.

error: Content is protected !!