Parlamentare M5S conferma il decreto flussi 2019

Decreto Flussi 2019, atteso il via libera dalla Corte dei Conti

Quote e nazionalità sono stabilite dal Ministero Lavoro e Interno, ma prima di inviare le domande telematiche per assumere lavoratori stranieri stagionali e non occorre attendere le date dei “click day”

Passano i giorni, la Primavera è già cominciata ma non ci sono ancora comunicazioni ufficiali del Decreto Flussi 2019, l’unico provvedimento che può sbloccare le assunzioni di stranieri stagionali da parte delle aziende italiane di lavoratori extracomunitari in comparti essenziali come quello dell’agricoltura e del turismo.

Le ultime novità, ancora non confermate in via ufficiale dal Ministero del Lavoro, riportano che il decreto è pronto ed è già stato inviato alla Corte dei Conti per verificare la copertura economica.

Conferma dal membro Cinque Stelle della XIII Commissione Agricoltura

A fare ulteriore chiarezza è un intervento del parlamentare Giuseppe L’Abbate (5Stelle), membro in Commissione Agricoltura e profondo conoscitore della materia.

Nelle ultime ore ha fatto sapere di aver avuto rassicurazioni da parte di Palazzo Chigi sul fatto che effettivamente manca soltanto quel passaggio per far diventare operativo il Decreto Flussi 2019, ma il tempo passa e i ritardi rischiano di compromettere i raccolti.

Sempre di più infatti negli ultimi anni la forza-lavoro straniera ha dato un contributo essenziale al buon andamento del comparto agricolo in Italia.

Il parlamentare Giuseppe L’Abbate del M5S aggiunge :

Un provvedimento molto atteso dagli imprenditori agricoli che hanno bisogno di manodopera soprattutto per alcune lavorazioni stagionali. Dopo le mie pressioni, ora il decreto è al vaglio della Corte dei Conti. Mi auguro verrà presto emanato visto che l’iter burocratico per gli imprenditori è anche al quanto travagliato.

Tutto regolato dal D.P.C.M. lavoro stagionale, che stabilisce di anno in anno il tetto massimo di ingressi nel nostro Paese e nel 2018 è stato fissato a quota 18.500 persone (cifra che dovrebbe essere uguale per il 2019, anche se aspettiamo conferme nella pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale).

dal blog m5s

Solo dopo la sua entrata in vigore il datore di lavoro che vorrà assumere un lavoratore che si trova all’estero dovrà passare attravero la domanda online di nulla osta per la sua assunzione rispettando tutti i paletti richiesti : come la sussistenza di un reddito minimo da parte del datore di lavoro e indicazione dei dati contrattuali.

Dopodichè passare presso lo Sportello Unico Immigrazione per ottenere il permesso di soggiorno stagionale legato alla sussistenza di una quota d’ingresso

Le associazioni di categoria, a cominciare da Coldiretti, da tempo hanno fatto presente una situazione che rischia di diventare critica perché molte coltivazioni quest’anno sono in netto anticipo e i raccolti potrebbero andare persi.

“Auspichiamo che il benestare della Corte dei Conti – scrive il Parlamentare dei Cinque Stelle – avvenga in maniera rapida così da non rimandare troppo l’atteso click day 2019 che permetterà alle imprese agricole di presentare la propria richiesta di manodopera”.

Sintesi a cura dello Studio

avvocato-Angelo-Massaro-Imperia

Vuoi saperne di più..

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Leave a comment

error: Content is protected !!