Decreto Salvini bis: stretta sull’immigrazione irregolare, semplificati gli ingressi per gare sportive e missioni

decreto salvini bis in arrivodecreto salvini bis in arrivo

Il nuovo Decreto Sicurezza 2 sui migranti e sicurezza

A pochi mesi dal primo decreto salvini è stato anticipato un nuovo schema di decreto legge che sarà oggetto di dibattito nel Consiglio dei Ministri (non ancora calendarizzato).

Lo schema del decreto legge, articolato in dodici norme; articoli che sanzionano pesantemente il trasporto irregolare di migranti, si modifica il Codice della Navigazione e la gestione dei porti, il codice penale, le modalità di manifestazione e riunione, la sicurezza interna.

Vediamo ora gli articoli che più interessano gli Stranieri e la materia del diritto dell’immigrazione.

Limitazione al transito o sosta di navi per motivi di ordine e sicurezza

E’ attribuito al Viminale la competenza a limitare o vietare il transito, sosta nel mare territoriale “qualora sussistano ragioni di ordine e sicurezza pubblica”.

Il Ministro dell’interno può limitare o vietare il transito e la sosta di navi mercantili o unità da diporto o da pesca nel mare territoriale per motivi di ordine e sicurezza pubblica e comunque in caso di violazione delle disposizioni di cui all’articolo 19, comma 2, lettera g) della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del Mare, con allegati e atto finale, fatta a Montego Bay il 10 dicembre 1982, ratificata dalla legge 2 dicembre 1994, n. 689, informando il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti”.

Fino a cinquemilacinquecento euro di sanzione per ogni migrante irregolare trasportato

Si sanzionano le navi private, da pesca e ONG comminando una sanzione particolarmente pesante (dai 3500 a 5500 euro per ogni straniero trasportato o, nei casi più gravi, la sospensione e revoca della licenza) per chi, nello svolgimento di operazioni di soccorso in acque internazionali, non rispetta le istruzioni operative delle autorità SAR (ricerca e soccorso).

All’articolo 12 del Testo Unico Immigrazione, dopo il comma 6 è inserito il seguente :
“6-bis. Salvo che il fatto costituisca reato, le navi ovvero le unità da diporto o da pesca, che nel corso della navigazione procedono, in acque internazionali, ad azioni di soccorso di mezzi adibiti alla navigazione ed utilizzati per il trasporto irregolare di migranti, anche mediante il recupero delle persone ovvero il traino del mezzo, sono tenuti ad attenersi a quanto stabilito dalle convenzioni internazionali vigenti in materia ed alle istruzioni operative emanate dalle autorità responsabili dell’area in cui ha luogo l’operazione di soccorso ovvero dalle rispettive autorità dello Stato di bandiera”.

In caso di inosservanza anche di uno solo degli obblighi di cui al presente comma, si applica la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 3.500 a euro 5.500 per ciascuno degli stranieri trasportati

All’accertamento della violazione ed all’irrogazione della conseguente sanzione amministrativa provvede il competente comando del Corpo delle capitanerie di porto”.

Nei casi più gravi o reiterati è disposta la sospensione da uno a dodici mesi, ovvero la revoca della licenza, autorizzazione o concessione rilasciata dall’autorità amministrativa italiana inerente all’attività svolta e al mezzo di trasporto utilizzato. Si osservano le disposizioni di cui alla legge 24 novembre 1981, n. 689″.

Decreto sicurezza 2

Reclusione fino a 1 anno per le riunione non autorizzate

E’ previsto nel decreto legge una stretta sulle riunioni prevedendo nel caso di riunioni non preavvisate o autorizzate la pena per i contravventori della reclusione fino a un anno.

Favoreggiamento dell’immigrazione : lotta con operazioni di Poliziotti Stranieri infiltrati

L’articolo 4 prevede il “Potenziamento delle operazioni di polizia sotto copertura

Al fine di implementare l’utilizzo dello strumento investigativo delle operazioni sotto copertura di cui all’articolo 9 della legge 16 marzo 2006, n. 146, anche con riferimento alle attività di contrasto del delitto di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, per la copertura degli oneri conseguenti al concorso di operatori di polizia di Stati con i quali siano stati stipulati appositi accordi per il loro impiego sul territorio nazionale, nello stato di previsione del Ministero dell’interno è stanziata, per il triennio 2019-2021, la somma di 1.000.000 di euro annui

Cosa sono le operazioni sotto copertura o di infiltrazione ?

Sono attività di intelligence dei servizi segreti italiani o forze di polizia finalizzate all’acquisizione di elementi di prova dell’attività criminosa, l’articolo 9 della Legge 146 della 2006 ha dettato una disciplina generale delle operazioni sotto copertura e reca una causa di giustificazione nel caso l’operatore di Polizia incorra in certi tipi di reato.

I Poliziotti Stranieri potranno utilizzare documenti, identità o indicazioni di copertura anche per attivare o entrare in contatto con soggetti e nelle reti criminali dedite al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Visto d’ingresso senza permesso per i soggiorni di breve durata per Missione e Gara sportiva

Si aggirano sui 9300 gli atleti e i delegati che da centoventotto Stati parteciperanno alle XXX Universiade che si svolgerà nel 2019 dal 3 al 14 luglio a Napoli.

Questo evento è stata l’occasione per uniformare la disciplina dei soggiorni di breve durata per gare sportive e missione con la disciplina turistica e affari.

Come sappiamo dal 2007 per entrare in Italia per visite, affari, turismo e studio non è più richiesto il permesso di soggiorno qualora la durata sia non superiore a tre mesi.

E’ sufficiente infatti il visto di ingresso rilasciato dal Consolato italiano o nei paesi esenti da visto il semplice passaporto biometrico.

Dichiarazione di presenza per i soggiorni brevi

Al momento dell’entrata in Italia o altro Paese dell’Unione Europea o Schengen, entro otto giorni dall’ingresso, lo straniero dichiara la sua presenza in frontiera o alla Questura in cui si trova attualmente.

Ovviamente in caso di prolungamento non giustificato da forza maggiore, lo straniero diventa irregolare (o clandestino) rischiando l’espulsione.

Le modifiche del decreto sicurezza 2

Con il decreto salvini bis (se approvato e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale) questa disciplina si applicherà anche ai soggiorni di 3 mesi per Missione e Gare sportive.

Pertanto anche in questi due casi è sufficiente il visto d’ingresso e non occorre il successivo permesso di soggiorno, ma la semplice dichiarazione di presenza.

Articolo 11 dello schema di decreto legge “Disposizioni sui soggiorni di breve durata”

All’articolo 1, comma 1, della legge 28 maggio 2007, n. 68, le parole “visite, affari, turismo e studio” sono sostituite dalle seguenti: “missione, gara sportiva, visita, affari, turismo e studio”.

A chi viene rilasciato il Visto per Gara Sportiva ?

I visti d’ingresso per Gara sportiva sono rilasciati :

  • allo sportivo straniero
  • agli allenatori
  • ai direttori tecnico-sportivi,
  • ai preparatori atletici

che intendano partecipare o siano invitati a partecipare, a carattere professionistico o dilettantistico, a singole competizioni o ad una serie di manifestazioni sportive.

Queste gare devono peraltro essere organizzate dalle Federazioni sportive nazionali o dalle Discipline sportive associate riconosciute dal CONI Comitato Olimpico nazionale Italiano, in territorio nazionale.

A chi viene rilasciato il Visto per Missione ?

Il visto per Missione permette di entrare in Italia allo straniero che per ragioni legate alla sua funzione politica, governativa o di pubblica utilità debba recarsi in Italia :

  • Stranieri che rivestano cariche governative
  • Dipendenti di pubbliche amministrazione straniere, di enti pubblici, o di Organizzazioni internazionali, inviati in Italia per le loro funzioni
  • Privati cittadini stranieri che per l’importanza della loro attività e per gli scopi del soggiorno possano ritenersi di pubblica utilità per le relazioni tra lo Stato di appartenenza e l’Italia
  • Giornalisti corrispondenti ufficiali da accreditare in Italia.

Schema di decreto legge sicurezza e immigrazione 2

Si rammenta infine che il decreto salvini 2 è ancora uno schema di decreto legge e non avrà un iter semplice

Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha fatto sapere al collega di Governo : Io sono deluso dal decreto sicurezza bis, perché non c’è niente sui rimpatri. Il tema ora non sono gli arrivi”. La risposta del Ministro Salvini non si è fatta attendere “Secondo me portare giustizia, sicurezza e disciplina in questo Paese è urgente”

E’ possibile scaricarlo nel link sottostante la bozza del decreto sicurezza 2

Sintesi esplicativa a cura dello Studio legale

avvocato studio legale
avvocato per stranieri

decreto salvini bis in arrivo
decreto salvini bis in arrivo

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Be the first to comment on "Decreto Salvini bis: stretta sull’immigrazione irregolare, semplificati gli ingressi per gare sportive e missioni"

Leave a comment

error: Content is protected !!