Come diventare mediatore culturale

mediatori interculturalimediatori interculturali

Diventare mediatore culturale

Che figura è quella del mediatore culturale ? Quali mansioni svolge e quali sono le sue funzioni principali.

La figura del Mediatore Culturale

Il mediatore culturale ha una funzione che si pone l’obiettivo dell’orientamento degli immigrati. Vi sono alcuni consigli propedeutici per sviluppare questa professione.

Il mediatore culturale altrimenti definito interculturale è un professionista specializzato nella comunicazione interpersonale e rappresenta anche una figura ponte tra culture differenti.

Le Competenze richieste al mediatore interculturale

Tra le principali competenze che vengono richieste a chi intende esercitare tale mestiere, c’è quella della conoscenza della cultura e della lingua dei paesi stranieri.

I paesi dell’Europa, tra i quali come noto rientra l’Italia, devono necessariamente avere interesse a mantenere rapporti interculturali con altri Paesi e una figura di mediatore è necessaria e quando ad esempio si parla la lingua araba, o una lingua dell’Europa dell’est diventa una figura praticamente indispensabile quella della mediazione culturale e linguistica che tenti di cogliere le sfumature di ogni conversazione.

Spesso l’immigrazione solleva aspri dibattiti, molti populismi e altrettanti giudizi perentori, ma resta il fatto che tale fenomeno non è temporale, è qualcosa che si verifica da secoli e spesso i Paesi come detto, risultano impreparati ad affrontare i problemi quotidiani, connessi al tema dell’immigrazione.

mediazione linguistico culturale

mediazione linguistico culturale

I Luoghi ove opera un Mediatore Culturale

I servizi offerti da questa figura professionale possono essere richiesti in questi luoghi; luoghi che spesso ne sono sprovvisti purtroppo:

  • ospedali
  • tribunali
  • scuole
  • questure

Queste figure professionali in tali ambiti e luoghi divengono tramiti tra docenti e allievi, medici e pazienti e giudici e imputati.

Si comprende la valenza e l’importanza di tale figura, ma come detto spesso questi ambienti di riferimento sono sprovvisti del ruolo del mediatore culturale e linguistico e ciò causa non pochi problemi, direttamente connessi alla gestione stessa dei rapporti interpersonali che potrebbero invece svilupparsi in tali ambiti.

In aggiunta, l’attuale fase storica, è impregnata di intolleranza verso gli stranieri, scarsa e a volte assente, la mancata tolleranza è in crescita e viene di frequente impiegata per giunta come mezzo politico, apprendere una lingua come l’arabo in tale fase storica, può divenire certamente un opportunità lavorativa, ma al di là di ciò, è importante sottolineare che rappresenta un atto di intelligenza.

Il mediatore linguistico culturale non rappresenta unicamente un interprete che deve tradurre da una lingua ad un’altra ciò che in una conversazione viene detto, la sua figura esercita una vera e propria funzione di orientamento culturale nei riguardi dei soggetti immigrati.

Ciò che a costui si richiede è anche un approfondita conoscenza della lingua italiana e di una delle lingue che riguardano delle minoranze etniche, vale quest’ultima cosa, unicamente per le popolazioni maggiormente presenti nel territorio nel quale si trova a svolgere la sua mansione e il suo lavoro.

La Formazione

In conclusione, va ricordata la valenza che detiene la formazione di tale professione.

Attualmente non esiste un percorso solo per diventare mediatore culturale, ma vi è una strada da considerarsi come la più semplice.

Quest’ultima è rappresentata dal diploma di scuola media superiore, seguito da un corso di specializzazione che generalmente viene messo in piedi dagli enti locali o dalla regione, raramente tale corso è a pagamento, e rilascia poi una qualifica di mediatore culturale.

Vuoi saperne di più ? Compila il modulo sottostante

avvocato imperia studio legale

 

About the Author

Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

2 Comments on "Come diventare mediatore culturale"

  1. Sono una thailandese e vorrei iscrivermi per diventare la mediatrice interculturale

  2. laureando in scienze politiche e relazioni internazionali | 6 Lug 2018 at 11:10 am |

    Buongiorno, sono una ragazza, lavoro nelle forze armate e mi sto laureando in scienze politiche e relazioni internazionali. Vorrei chiedervi come posso fare per intraprendere questo tipo di carriera che mi ha sempre affascinato. Ovviamente lascerei il mio lavoro attuale ma nel frattempo vorrei specializzarmi quanto più possibile. Grazie in anticipo, a presto

Leave a comment

error: Content is protected !!