Flussi 2019 domande dal 16 aprile

Domande per i flussi 2019 a partire dal 16 aprile : 18.000 quote per stagionali

Finalmente è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 84 del 9.04.2019 il D.P.C.M. del 12 marzo 2019 con cui vengono stabilite le quote dei lavoratori stranieri che per l’anno 2019 possono richiedere l’ingresso in Italia per lavoro autonomo e subordinato, specificatamente per motivi di lavoro stagionale.

Come anticipato sul nostro sito il decreto flussi 2019 ricalca quello del 2018 e quindi fissa una quota di ingressi pari a 30.850 unità, 18.000 delle quali riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale.

Le restanti quote sono riservate all’ingresso di lavoratori per motivazioni diverse :

  • conversioni dei permessi di soggiorno stagionali e non
  • lavoratori subordinati di origine italiana
  • lavoratori extracomunitari autonomi (attività di interesse per l’economia italiana, liberi professionisti, figure societarie, start-up innovative, artisti di chiara fama internazionale)
  • lavoratori che hanno seguito e completato corsi di formazione all’estero

Quando presentare la domanda flussi 2019 ?

L’invio da parte del datore di lavoro dell’istanza di nulla osta per l’assunzione di un lavoratore extracomunitario è scadenziata secondo la tempistica sottostante.

I moduli per la compilazione delle domande saranno disponibile a partire dall’11 aprile 2019 e sarà possibile la compilazione fino al 31 dicembre 2019.

Click day 2019, ecco quando inviare il modulo online

16 aprile 2019 ore 9 per le istanze di lavoratori non stagionali e per le Conversioni dei permessi

24 aprile 2019 ore 9 per le domande di lavoratori stagionali.

L’invio dovrà avvenire secondo le istruzione contenute nella circolare congiunta Prot. 1257/2019 Ministero del Lavoro e Ministero dell’Interno datata 9 aprile 2019

Le istanze per flussi di lavoro stagionale : agricoltura e turismo

I flussi prevedono diciottomila quote riservate all’ingresso per lavoro stagionale.

CCNL e settori specifici dell’agricoltura e turismo

I settori sono solo il settore agricolo e quello turistico e alberghiero.

Deve trattarsi di settori in cui viene richiamato un CCNL che troviamo nel modulo di domanda per lavoro stagionale presente sul Portale del Ministero dell’Interno.

Lista paesi ammessi ai flussi 2019

Le quote per nulla osta lavoro stagionale sono riservate ai cittadini di questi Stati :

Albania, Algeria, Bosnia- Herzegovina, Corea (Repubblica di Corea), Costa d’Avorio, Egitto, El Salvador, Etiopia, Ex Repubblica Jugoslava di Macedonia, Filippine, Gambia, Ghana, Giappone, India, Kosovo, Mali, Marocco, Mauritius, Moldova, Montenegro, Niger, Nigeria, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Sudan, Tunisia, Ucraina.

Esclusi i Pakistani

Diversamente dagli anni scorsi non possono più richiedere l’ingresso per la prima volta per lavoro stagionale i cittadini pakistani.

L’esclusione del Pakistan è da motivare probabilmente per il mancato accordo con lo Stato Italiano, come accennato in altro articolo nelle dichiarazione del Ministro dell’Interno Salvini.

Come il Bangladesh qualche anno fa si aggiunge nella black list dei paesi esclusi dai flussi stagionali, mentre rimane possibile gli ingressi per lavoro autonomo.

Anche il piccolo Stato dell’El Salvador sembrerebbe rientrare tra i Paesi ammessi ai flussi stagionali.

Per il lavoro subordinato e badanti ?

Sono previste solo cento quote riservate ai lavoratori stranieri a condizione :

  • essere di origine italiana per parte di almeno uno dei genitori fino al 3° di linea diretta di ascendenza
  • essere residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile

Cinquecento quote sono riservate ai lavoratori extracomunitari che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione negli Stati d’origine.

Nulla osta pluriennale per lavoratori stagionali

Duemila delle 18.000 quote sono riservate agli ingressi per lavoro stagionale pluriennale.

Il Testo Unico sull’Immigrazione decreto Legislativo 25 luglio 1998 n. 286 prevede l’eventualità di richiedere un permesso di soggiorno triennale, sempre motivato per lavoro stagionale.

Questa possibilità è aperta ai lavoratori che abbiano già fatto ingresso in Italia per lavoro subordinato stagionale almeno 1 volta nei cinque anni precedenti.

Quindi in questa casistica rientrerebbe ad esempio un pachistano che ha già un permesso stagionale e vorrebbe rientrare in Italia sempre come stagionale.

La domanda di nulla osta pluriennale può essere presentata anche da un datore di lavoro diverso da quello dell’istanza precedente.

Restanti quote per conversioni e lavoro autonomo

In un prossimo articolo avremo modo di soffermarci sulle 9850 quote per conversione dei permessi e le 2400 quote per lavoro autonomo.

Decreto flussi 2019 : il testo in Gazzetta ufficiale

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 12 marzo 2019

Sintesi a cura dello Studio

avvocato imperia sanremo, studio legale
pratiche per stranieri

Vuoi saperne di più..

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Leave a comment

error: Content is protected !!