Flussi stranieri 2019, Salvini anticipa alcuni punti

matteo salvini flussi 2019

Decreto flussi stagionali 2019 : Nella Conferenza Stampa del 23 gennaio 2019 il Ministro dell’Interno anticipa il contenuto del decreto flussi d’ingresso in Italia per motivi di lavoro subordinato, anche stagionale

A Radio Radicale il Titolare del Viminale Matteo Salvini preannuncia novità sui Flussi 2019 :

Prima dei Flussi occorre completare accordi con Paesi Esteri

“Per quello che riguarda gli Accordi ho in previsione di tornare in Africa ai primi di Marzo.

Con alcuni Paesi Africani siamo in fase avanzata però la diplomazia mi insegna che gli Accordi si comunicano quando sono sottoscritti perchè altrimenti si rischia fino all’ultimo di farli saltare.

Ci sono più problemi con alcuni Paesi Asiatici penso al Pakistan e Bangladesh, con cui peraltro ci sono iniziative economiche e commerciali”

Il decreto flussi previsto anche per il 2019

“Per quello che riguarda i flussi regolari.. perchè io ho personalmente confermato tutto quello che era precedentemente previsto come decreto flussi [2019] per i lavoratori a tempo indeterminato e gli stagionali non ho ridotto di una questa unità”

I paesi Esteri che non hanno stipulato Accordi di rimpatrio saranno esclusi dai Decreti Flussi

“Alcuni Paesi non collaborativi saranno esclusi da questo Decreto Flussi perchè io apro le porte regolarmente dell’Italia a chi vuole venire qua per lavorare.. però non le apro a chi non dimostra alcuna volontà di collaborare per il rimpatrio a fronte di evidenze di irregolarità in questo Paese”

Entro la Primavera ci saranno novità

“Però conto che entro la Primavera ci sia qualche notizia confermata, però per ovvi motivi non la do prima della firma

flussi 2019 conferenza stampa

Saranno presenti quote per lavoro subordinato ?

La Direttrice Generale dell’immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro dott.ssa Tatiana Esposito sul decreto flussi ha espresso nella riunione sulla “Programmazione dei flussi di ingresso di lavoratori non comunitari per l’anno 2019″ del 13 novembre 2018 con le Associazioni di categoria (Cisl, Cigl, Uil) una precisazione importante :

l’orientamento è quello di riproporre un decreto flussi con quote d’ingresso in linea con quelle dello scorso anno (circa trentamila, tra ingressi stagionali e conversioni)

La valutazione che sarà fatta è di valutare la ripartizione delle quote tra le varie tipologie già previste (stagionali, stagionali pluriennali, autonomi le varie tipologie di conversioni e così via)

Ed ecco l’informazione più attesa..

“Relativamente alla proposta di prevedere quote flussi per lavoro subordinato, si sta facendo una riflessione e, magari in numeri non elevati quantificabili in 5 o 6 mila unità, potrebbe essere presa in considerazione”

Successivamente la Dirigente ha specificato però che la programmazione transitoria dei flussi ricalcherà quella del 2018, quindi senza quote per lavoro subordinato non stagionale.

Quanto manca all’uscita del decreto flussi 2019 ?

Lo schema di provvedimento concernente la programmazione transitoria dei flussi d’ingresso in Italia dei lavoratori non comunitari per l’anno 2019 è attualmente in attesa di ricevere l’assenso degli Uffici di Gabinetto dei Ministeri interessati, per poter essere sottoposto alla firma del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Attualmente lo schema mantiene inalterate le tipologie e la ripartizione delle quote di ingressi previste nello scorso DPCM relativo al 2018 (DPCM 17 dicembre 2017).

L’Onorevole Elena Testor di Forza Italia ha nel frattempo presentato un’interrogazione parlamentare a risposta scritta (la numero 4-01405) al Ministro del lavoro e delle politiche sociali

Nella seduta del Senato di martedì 19 marzo 2019, sul presupposto che le imprese agricole chiedono una spedita pubblicazione del decreto flussi 2019 in quanto la manodopera straniera è indispensabile per la maturazione prematura dei raccolti e in particolare della frutta, chiede di sapere

“Quali siano le ragioni per le quali il decreto del Presidente del Consiglio dei ministri per l’anno 2019 relativo alla programmazione transitoria dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro stagionale e non stagionale nel territorio dello Stato italiano non sia stato ancora pubblicato”

“Se il Ministro del Lavoro non ritenga opportuno emanare uno o più decreti transitori, nei limiti delle quote stabilite per l’anno 2018″

Qual’è la disciplina normativa delle quote dei decreti flussi ?

L’ingresso regolare in Italia con visto per lavoro subordinato e stagionale, oltre che per lavoro autonomo, avviene nell’ambito delle quote di ingresso stabilite nei cosiddetti decreti flussi.

Il testo unico dell’immigrazione all’art. 3 comma 4 prevede che la determinazione annuale delle quote massime di stranieri da ammettere nel territorio italiano avviene con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, sulla base dei criteri generali per la definizione dei flussi d’ingresso per Stranieri individuati nel documento programmatico triennale, relativo alla politica dell’immigrazione e degli stranieri nel territorio dello Stato.

In caso di mancata pubblicazione del decreto di programmazione annuale, il Presidente del Consiglio dei ministri può provvedere in via transitoria, con proprio DPCM nel limite delle quote stabilite nell’ultimo decreto flussi emanato.

Sintesi a cura dello Studio

avvocato imperia sanremo, studio legale
pratiche per stranieri

Decreto flussi 2019, le ultime notizie ? Scrivici..

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

3 Comments on "Flussi stranieri 2019, Salvini anticipa alcuni punti"

  1. Министр внутренних дел Италии Маттео Сальвини, на очередной пресс-конференции заявил о том, что он не предусматривает окончательный отказ на въезд иностранных рабочих в Италию по квотам декрета Flussi в 2019году на работу в подчинении( lavoro subordinato indeterminato) и сезонную работу( lavoro stagionale)

    Прежде чем заявлять о разрешении на новый поток иностранных рабочих, необходимо закончить работу по соглашениям с государствами, из которых предполагается въезд рабочей силы. Об этом министр говорил журналистам Radio Radicale.
    Для этого министр продолжит визиты в африканские страны( ряд он уже осуществил , по итогам визитов был подписан ряд договоренностей) и в азиатские страны: сложность в договоренностях представляют Пакистан и Бангладеш и ещё ряд стран.

    Министр сказал о том , что страны должны сотрудничать с Италией в вопросе возвращения на родину, высылки нелегальных иммигрантов и предотвращению нелегальной иммиграции. Италия откроет двери для легальных рабочих из стран активно сотрудничающих в этих вопросах.

    Те страны , которые отказываются от такого диалога будут исключены из Decreto Flussi.

    До начала весны, сказал министр, новости будут, но он не хотел бы заявлять об этом преждевременно, раньше чем он подпишет этот декрет.

    Со своей стороны мы поспешили поделиться этой новостью, вселяющей , хоть и слабую, но надежду на хоть какую то долгожданную мини возможность легализоваться.

    Не известно какие страны войдут в этот декрет, как распределятся квоты, в каком количестве,попадут ли туда Украина, Белорусь,Молдавия,Россия,Грузия и остальные постсоветские страны, войдут ли туда домашние работники? Но надежда есть.

  2. Per favore mi fate sapere e uscito ancora Decreto flussi 2019 per lavoro stagionale subordinato?

  3. Volevo sapere se saranno previsti nel 2019 flussi per badanti provenienti dall’Egitto. Grazie e distinti saluti

Leave a comment

error: Content is protected !!