Sanatoria degli stranieri in Portogallo per emergenza Coronavirus

Sanatoria degli stranieri in Portogallo, regolarizzazione per l'emergenza Coronavirus

Emergenza Covid-19, il Portogallo ha regolarizzato tutti gli immigrati

Il Ministro dell’Interno Veloso: i diritti dei migranti devono essere garantiti

Il governo del Portogallo ha optato per una sanatoria per tutti gli extracomunitari compresi tra quelli che avevano già presentato domanda, in modo da farli accedere al servizio sanitario nazionale

L’emergenza Coronavirus in Portogallo ha provocato sino ad oggi molti meno morti e contagi rispetto ad altri Paesi Europei, soprattutto alla vicina Spagna.

Ma proprio per questo il governo ha preso una decisione storica: la regolarizzazione immediata degli immigrati che sono ancora in attesa di ricevere il permesso di soggiorno.

  • per i richiedenti asilo ;
  • per tutti gli stranieri senza permesso di soggiorno che abbiano chiesto di accedere ai servizi sanitari.

Una decisione maturata durante l’ultimo Consiglio dei ministri insieme ad altri provvedimenti urgenti per sostenere le esigenze della popolazione.

Il premier Costa ha già dichiarato lo stato di emergenza nel paese e proprio per questo non ci saranno differenze tra portoghesi per nascita e per acquisizione.

Tutto è cominciato qualche settimana fa quando un lavoratore nepalese stagionale impiegato nella raccolta in campagna si è ammalato di Coronavirus.

Con lui un’ottantina di connazionali che prima sono stati radunati in una zona a parte e poi confinati. Alcuni di loro, temendo il peggio, sono riusciti a scappare perché temevano di essere espulsi dal Paese.

In realtà la misura era stata presa per tutelare la loro salute e quella di chi eventualmente poteva entrare in contatto con loro. In ogni caso quel fatto di cronaca è servito per far accelerare una svolta epocale.

Sanatoria degli stranieri in Portogallo, regolarizzazione per l’emergenza Coronavirus

Se il Paese vuole essere più sicuro, tutti devono essere messi nelle stesse condizioni. E quindi questo significa avere accesso all’assistenza pubblica, garantita però soltanto ai cittadini portoghesi.

Il permesso di soggiorno portoghese però potrà essere rilasciato solo agli stranieri che abbiano già presentato domanda.

C’è un problema di fondo però: come in Italia, anche lì molti uffici pubblici sono stati chiusi per ragioni di salute, compresi quelli che si occupano di immigrazione.

In ogni caso il governo ha deciso che la misura sarà retroattiva e partirà dal 18 marzo scorso, il giorno cioè in cui è stata dichiarata l’emergenza.

In ogni caso sarà sufficiente dimostrare di avere già inoltrato la domanda per cominciare ad accedere al Servizio sanitario nazionale così come per firmare nuovi contratti di lavoro, aprire conti correnti.

Ma allo stesso tempo si potrà richiedere il sussidio straordinario già approvato per i lavoratori costretti rimanere a casa per seguire persone anziane, genitori o bambini.

Vuoi saperne di più, scrivici..

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Leave a comment

error: Content is protected !!