Titolo di viaggio per stranieri 2020

Titolo di viaggio per stranieri

Straniero senza passaporto

Il passaporto è quel documento universalmente riconosciuto che attesta l’identità di un individuo permettendogli di spostarsi da un paese ad un altro.

Ma come si deve comportare lo straniero nel caso ci si trovi nell’impossibilità di richiedere un passaporto alle autorità competenti?

Ciò che serve è un titolo equivalente che, in questo caso, si chiama Titolo di viaggio per stranieri. Continua a leggere, qui di seguito troverai una breve guida su come ottenerne il rilascio!

Procedura per ottenere il Titolo di viaggio per stranieri

Si tratta di un documento ufficiale rilasciato dalla questura territorialmente competente al rilascio del titolo di soggiorno, di cui condivide la durata.

L’art 24 del D.lgs 251/2007 ne disciplina il rilascio, specificando, come condizioni per ottenerlo, l’impossibilità di chiedere il passaporto alle autorità diplomatiche del paese di cui sia cittadino e che non sussistano gravissimi motivi di sicurezza nazionale e ordine pubblico che ostino al suo rilascio.

Documenti per rilascio del Titolo di viaggio per stranieri

Al fine di ottenerlo, ci si deve recare alla questura territorialmente competente con:

  • 2 foto formato tessera
  • Il permesso di soggiorno (in corso di validità o con la ricevuta del rinnovo)
  • Marca da bollo
  • Marca della tassa di concessione governativa sull’uso dei passaporti
  • La ricevuta del versamento postale con causale “Proventi dalla cessione di documenti di viaggio per stranieri”

Altri documenti di viaggio

Qui di seguito troverai una lista dei possibili titoli di viaggio variamente utili riconosciuti dall’Italia e alcune regole circa il loro funzionamento.

I documenti di viaggio utili per muoversi nell’ambito del territorio italiano, sia in fase di ingresso che di soggiorno o ancora di transito, sono ovviamente quelli riconosciuti dal Governo italiano.

In realtà, si tratta di una norma che si sovrappone alla validità dei titoli di viaggio per i movimenti interni all’area Schengen, poiché ne richiama i requisiti aggiungendovi la richiesta di un’attestazione puntuale dell’identità del titolare e della sua cittadinanza o nazionalità.

Ai fini del rilascio del visto, bisogna tenere presente che non potrà essere apposto:

  • In caso di documento di viaggio scaduto
  • In caso di documento di viaggio la cui validità cessi prima di tre mesi dalla partenza dal territorio degli Stati membri [consultare Art. 12 Reg. CE n. 810/2009, Art. 1 p. 5 lettera a) sez. ii) Reg. UE n. 610/2013]
  • Su un documento di viaggio rilasciato oltre i 10 anni antecedenti

Oltre all’ovvio passaporto nelle sue varie declinazioni (diplomatico, di servizio o ordinario; individuale o collettivo), i possibili titoli di viaggio riconosciuti in Italia sono i seguenti:

  • Titolo di viaggio per apolidi (Convenzione sullo Statuto degli Apolidi, New York, 1954); la sorte degli apolidi in Italia è demandata al rilascio del visto, a meno che non abbiano un permesso di soggiorno valido per l’area Schengen
  • Titolo di viaggio per rifugiati, previsto dalla Convenzione di Ginevra; vale lo stesso limite di quello per gli apolidi, a meno che non abbiano un titolo di viaggio rilasciato da uno degli Stati firmatari dell’accordo di Strasburgo
  • lasciapassare, rilasciato in caso di impossibilità di ottenere passaporto o titolo di viaggio valido, ogni Stato lo regola diversamente
  • lasciapassare – o tessera – di frontiera, rilasciato ai cittadini delle zone di frontiera, per permettere una libera circolazione di quelle aree
  • Il libretto di navigazione, valido solo per i marittimi nell’esercizio della loro professione; l’Italia riconosce quelli stipulati dai paesi UE, SEE e da quelli firmatari della Convenzione Internazionale del Lavoro n.108 o di specifici accordi bilaterali
  • documento di navigazione aerea, simile al libretto di navigazione, valido per i professionisti di settore, in base alla Convenzione sull’Aviazione Civile di Chicago del 1944. È esente dall’obbligo di visto nei Paesi aderenti alla predetta Convenzione, a titolo di reciprocità, nell’esercizio dell’attività per cui è rilasciato
  • lasciapassare delle Nazioni Unite, documento di viaggio dei rappresentanti ONU
  • documento rilasciato da un Quartier generale della NATO per il personale militare e civile facente parte dell’Alleanza Nord Atlantica
  • carta d’identità per i cittadini degli Stati della U.E.; in base al diritto di libera circolazione nell’ambito del territorio dell’Unione, uno dei pilastri su cui si fonda l’UE, il documento d’identità nazionale permette di muoversi liberamente senza necessità di visto
  • carta d’identità (ed altri documenti) per i cittadini degli Stati aderenti all’Accordo europeo sull’abolizione del passaporto; si tratta di una convenzione a fini turistici, valida per i Paesi stipulanti per un viaggio non superiore ai 3 mesi ed è esente da visto
  • elenco di partecipanti a viaggi scolastici all’interno della UE, per gli studenti stranieri residenti nell’UE, esente da visto

Hai ancora dubbi ? scrivici..

avvocato imperia

About the Author

Avatar
Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Be the first to comment on "Titolo di viaggio per stranieri 2020"

Leave a comment

error: Content is protected !!