Quanto tempo posso stare all’estero con la carta di soggiorno

uscire da italia con carta soggiornouscire da italia con carta soggiorno

Carta di soggiorno, ecco i limiti per stare via dall’Italia

Chi possiede un permesso di soggiorno UE di lungo periodo valido per l’Italia non rischia di perderlo se si assenta dal nostro Paese, ma esistono delle scadenze temporali da rispettare. Abbiamo già parlato del caso specifico di quanto tempo si può stare all’estero con il permesso di soggiorno, ora passeremo al titolare di carta di soggiorno,

Nessuno dei cittadini extracomunitari in possesso di un permesso di soggiorno valido per l’Italia o un altro Paese dell’Unione Europea è obbligato a rimanere sempre qui e non lasciare mai l’Italia.

Ma quando torna nei nostri confini la sua carta di soggiorno sarà ancora sempre valida oppure dopo un certo periodo rischia di essere revocata ?

La revoca della carta di soggiorno per assenza dall’Italia

Le norme attualmente in vigore stabiliscono chiaramente come chi sia in possesso di un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (quella che comunemente viene definita ‘carta di soggiorno‘), può assentarsi dal territorio dell’Unione Europea per un periodo massimo di 12 mesi consecutivi senza che gli venga revocato il titolo di soggiorno.

Per questo motivo chi lascia l’Italia e si reca in un Paese extracomunitario (non importa se si tratti della sua nazione d’origine o un altro Paese extra Unione Europea) avrà la carta di soggiorno revocata dopo un anno di assenza dai nostri confini.

Se invece si reca in un altro Paese dell’Unione Europea, il limite temporale perché gli venga revocata la carta di soggiorno si innalza a 6 anni.

E il precedente permesso di soggiorno UE rilasciato dall’Italia verrà revocato anche nel caso in cui gli venga rilasciato un permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo da parte di un altro Stato membro dell’Unione Europea.

Il permesso di soggiorno annuale o biennale e l’assenza dal territorio nazionale

Tutt’altro è il caso di chi sia in possesso un permesso di soggiorno di durata annuale o biennale. La normativa attuale infatti prevede che il periodo massimo di allontanamento consecutivo dall’Italia non possa essere superiore alla metà del periodo di validità del permesso di soggiorno di cui si è in possesso.

In pratica significa che chi sia in possesso di un permesso di soggiorno rilasciato per la durata di 12 mesi può assentarsi dall’Italia per un periodo continuativo massimo di 6 mesi. Se si tratta invece di un permesso di soggiorno di durata biennale, a quel punto sarà possibile allontanarsi del territorio italiano al massimo per 1 anno.

In caso di ricovero e motivi di salute sono giustificato ?

Tutti questi limiti non valgono però se la permanenza fuori dell’Italia è dovuta a gravi e comprovati motivi di forza maggiore, a cominciare da ricoveri ospedali o cure riabilitative, oppure ancora l’adempimento degli obblighi militari, gravi motivi di salute del coniuge o di un parente di primo grado a cominciare dai genitori o un fratello.

In questi casi, comunque compete l’obbligo di far pervenire al consolato italiano tutti i documenti relativi, correlati con eventuali legalizzazioni e traduzioni che siano valide per l’Italia.

avvocato per stranieri, pratiche immigrazioni

About the Author

Portale Immigrazione
Redazione di portale immigrazione e permesso di soggiorno

Be the first to comment on "Quanto tempo posso stare all’estero con la carta di soggiorno"

Leave a comment

error: Content is protected !!